Le 11 regole d’oro per scrivere i contenuti del tuo sito web

Come scrivere i contenuti per il tuo sito web

Cercare di contare quanti siti esistono online sarebbe come cercare di contare le stelle in cielo, i granelli di sabbia di una spiaggia o gli atomi di una cellula. Secondo Internet Live Stats, ci sono circa 2 miliardi di siti web online, le ricerche quotidiane su Google superano i 3,5 miliardi, mentre ogni minuto vengono inviati circa 350.000 tweet.

Bastano questi numeri da capogiro per capire che attrarre visitatori nell’immenso universo digitale è davvero un’impresa e catturare la loro attenzione è ancora più difficile considerando che, come dimostra uno studio del servizio di analisi di Chartbeat, il 55% dei visitatori non dedica più di 15 secondi ad una pagina web.

 

Scrivere contenuti per il web efficaci è dunque fondamentale per prolungare la permanenza dei visitatori sul tuo sito: testi ben scritti ottimizzati per il web sono la chiave per migliorare il posizionamento del tuo sito e catturare l’attenzione dei lettori.

Indipendentemente da come appariranno i contenuti del tuo sito, questo articolo ti fornirà le 11 regole d’oro che ti aiuteranno a far risaltare il tuo sito online.

1. Rivolgiti al tuo pubblico

Può sembrare scontato, ma non hai idea di quanti inizino a mettere nero su bianco i contenuti del loro sito senza pensare alla loro audience.

Prima di scrivere i tuoi testi, fatti sempre queste domande: chi sono i miei visitatori principali? Chi sono i visitatori secondari che potrebbero influenzare e avere effetto su quelli principali? Come troveranno il mio sito online?

 

Mettiamo che tu debba creare un sito per uno studio legale. Ovviamente i tuoi visitatori principali saranno i tuoi clienti attuali, ma considera che i tuoi visitatori secondari rappresentano una categoria molto più ampia, composta da avvocati, giornalisti del settore e da chiunque altro potrebbe avere bisogno della tua consulenza in futuro. Pertanto, dovrai creare contenuti accessibili e interessanti per tutti. Quali domande potrebbero farti in merito a un argomento specifico? Qual è il loro comportamento online? Di quali informazioni potrebbero avere bisogno?

 

Chi naviga online trova le informazioni di cui ha bisogno attraverso diversi canali, dai post condivisi sui social media, ai link di rimando su altri siti, passando per la condivisione di email e i risultati dei motori di ricerca. Ricorda: per quanto bello e ricco di informazioni possa essere un testo, se non è ottimizzato per i motori di ricerca, la tua opera di scrittura sarà pressoché vana. Mettiti sempre nei panni della tua audience: cosa cercheranno i miei potenziali visitatori su Google? Quando avrai le risposte, inserisci le parole chiave all’interno dei titoli e dei sottotitoli.

2. Segui il modello della “piramide invertita”

Come già detto, gli utenti del web hanno un livello di attenzione molto breve e bastano loro pochi secondi per decidere se una pagina web contiene quello che cercano. Ecco perché ti consigliamo di seguire il principio della piramide invertita per strutturare i contenuti del tuo sito. Le informazioni devono svilupparsi in ordine di importanza, mettendo in evidenza quelle più importanti a inizio pagina e quelle aggiuntive e minori verso la fine.

 

Se volessi creare una pagina web dedicata a una conferenza, dovresti sicuramente iniziare mettendo in evidenza l’argomento, la data e il luogo all’inizio della pagina. A seguire, potresti inserire i nomi degli oratori e le tematiche dei loro interventi e lasciare le informazioni minori, come i nomi degli organizzatori, le informazioni sulla storia della conferenza e sulle fonti, alla fine della pagina.

 

Anche noi abbiamo seguito questo principio per scrivere i contenuti del nostro sito e siamo sicuri che saranno utili anche a te per strutturare il tuo.

Schema a piramide che aiuta a strutturare i contenuti di un sito web

3. Scrivi frasi semplici e brevi

Ricorda che non devi scrivere un romanzo, per una frase sono sufficienti 35 parole al massimo. Inoltre, tieni presente che la tua audience può essere davvero vasta, quindi assicurati che i contenuti del tuo sito siano accessibili a tutti.

 

Ti consigliamo di prediligere sostantivi e verbi e di limitare l’uso di avverbi e aggettivi. Non lasciarti prendere la mano e usa parole semplici, lasciando termini come “favente” o “postergare” ai romanzieri, soprattutto se non sei sicuro del tuo livello di scrittura e della leggibilità dei tuoi testi. Prima di pubblicare i tuoi contenuti online, potresti verificare il livello di leggibilità dei tuoi testi usando uno dei tanti tool a disposizione, ad esempio quello di Microsoft Word.

4. Usa la forma attiva

Cerca di evitare le forme passive e specifica sempre il soggetto della frase.

Giusto per capirci, non scrivere “è stato ordinato un caffè”, bensì “un uomo ha ordinato un caffè”, quindi invece di dire “I prodotti possono essere ordinati sul nostro sito”, usa una forma molto più efficace e diretta come “Puoi ordinare i prodotti sul nostro sito”.

Le frasi in forma attiva contribuiscono alla sintesi e alla leggibilità, senza dimenticare che sono più dirette. Dire “Puoi farlo anche tu!” ha tutto un altro suono e un’altra attrattiva rispetto a “Può essere fatto anche da te”, non trovi?

5. Mostra invece di raccontare

Fai in modo che i tuoi testi risultino chiari e specifici, usando esempi reali che aiutino il lettore a visualizzare il messaggio che vuoi comunicare. Leggi questi due esempi:

  1. Questa è la migliore pallina per cani che puoi trovare.
  2. La nostra pallina per cani è realizzata in gomma resistente, naturale al 100%. È progettata per resistere anche ai masticatori a quattro zampe più esperti.

Quale versione rende meglio l’idea della pallina che potresti acquistare?

I dettagli specifici del secondo esempio cercano di rappresentare visivamente la pallina piuttosto che raccontarne semplicemente le caratteristiche. Inoltre, le informazioni più descrittive e specifiche dei tuoi prodotti hanno un valore aggiunto in più, ovvero miglioreranno la SEO del tuo sito e daranno ai clienti tutte le informazioni di cui hanno bisogno per i loro acquisti.

 

Abbiamo scelto di riportare qui sotto uno screenshot del sito di Zingerman che spiega in dettaglio perché i suoi prodotti sono i migliori. Fichi colti a mano, caramellati e irresistibili...una descrizione che ti lascerà l’acquolina in bocca!

La descrizione dei fichi di Zingerman è dettagliata e perfetta per tentare i più golosi

6. Abbandona il gergo

Il web è per tutti, non solo per i tecnici.

I contenuti del tuo sito web devono essere comprensibili anche per i non esperti del settore, quindi spiega sempre gli acronimi (almeno la prima volta che compaiono), non usare un linguaggio tecnico, spiega i termini complessi e di nicchia e usa dei riferimenti ipertestuali ad articoli per dare maggiori informazioni su un certo argomento.

 

Ad esempio, se sei un traduttore non puoi certamente scrivere sul tuo sito un frase del genere:

 

Servizio di PE e integrazione di sofisticati CAT tools.

 

Solo i traduttori e le agenzie di traduzione la capiranno. E se invece chi ha bisogno dei tuoi servizi non conoscesse nulla del mondo della traduzione? Forse sarebbe meglio rivedere la frase e scrivere qualcosa del tipo:

 

Servizio di revisione di testi risultanti da strumenti di traduzione automatica e integrazione di sofisticati strumenti di traduzione assistita per garantire coerenza terminologica.

 

Non dimenticare mai di questo importante consiglio, specialmente se sei un tecnico ma desideri raggiungere anche clienti non esperti. Tieni sempre a mente la prima regola: rivolgiti al tuo pubblico. Stai scrivendo per i tuoi clienti e non per i tuoi colleghi, assicurati quindi di usare un linguaggio accessibile, che dimostri anche una certa disponibilità da parte tua ai tuoi potenziali clienti.

7. Usa un lessico vario

Tutti abbiamo le nostre preferenze, anche in fatto di lessico, ma se vuoi tenere alta l’attenzione della tua audience la varietà è essenziale.

Le word cloud, ovvero le nuvole di parole, sono un giochetto divertente che puoi usare per variare la tua scelta lessicale e avere un’idea delle parole più usate.

Come puoi fare? È semplicissimo. Ti basta copiare e incollare i testi del tuo sito web su un tool gratuito per creare la tua nuvoletta. Maggiore è la frequenza di utilizzo di una parola, più grande sarà la sua rappresentazione grafica. Hai usato troppo spesso lo stesso termine? Puoi cercare nuovi sinonimi tra i vari siti disponibili online. Hai usato troppe parole con un significato negativo? Ora sai da dove partire per dare un tono più positivo ai tuoi contenuti. Le nuvole di parole sono anche molto utili per la SEO del tuo sito, quindi se le parole chiave spiccano all’interno della tua nuvoletta significa che hai fatto un buon lavoro di ottimizzazione.

 

Attenzione però, esiste un’eccezione che conferma la regola: i termini chiave devono ripetersi in modo coerente nei contenuti del tuo sito per evitare di confondere i visitatori. Se ad esempio stai creando un sito di fotografia, non usare il termine “servizio fotografico” in una pagina, per poi passare al termine “photo shooting” in quella successiva.

Per aiutarti nella scelta dei termini da usare coerentemente all’interno dei tuoi testi potresti stilare un elenco di quelli che descrivono la tua azienda e successivamente cerchiare quelli che indicano lo stesso concetto. A quel punto ti sarà più facile scegliere quelli che preferisci a attenerti a quelli in tutte le pagine. Ad esempio:

 

Da usare: fattura

Da non usare: conto

 

Da usare: servizio fotografico

Da non usare: photo shooting, sessione fotografica

 

Come ti rivolgi ai tuoi interlocutori? Li chiami clienti, pazienti o utenti? La tua offerta è composta da servizi, pacchetti o piani? Una volta creato il tuo elenco, usalo per rivedere ed eventualmente modificare i tuoi testi prima di pubblicarli.

8. Struttura bene i testi

Oltre a riportare le informazioni più importanti all’inizio della pagina, fai in modo che i lettori possano passarli in rassegna facilmente. La maggior parte di loro, infatti, scorrerà velocemente le pagine del tuo sito per cercare informazioni specifiche e se non le troverà facilmente le cercherà altrove.

Non ci credi? La prossima volta che apri una pagina web che non conosci facci caso. Leggi tutti i testi dall’inizio alla fine oppure salti qua e là in cerca delle informazioni che ti servono?

  • Invece di paragrafi densi e pesanti, usa elenchi puntati o numerati.
  • Invece di raggruppare tutto in una pagina che non finisce più, prova a organizzare i contenuti in sezioni specifiche.

Non dimenticare di intervallare i contenuti con uno spazio bianco per isolare i paragrafi, le immagini o altri elementi del tuo sito web. Pensi che sia solo uno spreco di spazio? Ti assicuriamo che non è così e che anche i web designer più affermati ne fanno abbondante uso per rendere i testi di un sito più leggibili e piacevoli alla vista.

Questa pagina mostra un sapiente utilizzo dei titoli per strutturare i contenuti e renderli più facili da leggere
  • È molto utile anche dividere i contenuti in sezioni specifiche con sottotitoli descrittivi, ad esempio una pagina sui cambiamenti climatici potrebbe suddividere le informazioni nelle seguenti in sezioni dal titolo:

Cosa sono i cambiamenti climatici?

Cosa provoca i cambiamenti climatici?

Quali sono gli effetti attuali e futuri dei cambiamenti climatici?

Soluzioni per ridurre le emissioni

Per saperne di più

 

Questi sottotitoli non aiutano solamente i lettori a orientarsi all’interno della pagina, ma permettono anche ai motori di ricerca di indicizzare il contenuto del tuo sito.

 

Creando un sito con Jimdo è sufficiente selezionare il testo che desideri modificare, evidenziare il titolo e scegliere tra gli stili a disposizione la giusta dimensione, grande per i titoli ad inizio pagina, media per i titoli di separazione del contenuto principale e piccola per i titoli di sezioni meno rilevanti.

9. Usa contenuti multimediali

Avrai già sentito dire che spesso un’immagine vale più di mille parole… beh lo stesso vale per i video e le infografiche.

Non a caso una recente ricerca ha dimostrato che il 90% delle informazioni trasmesse al cervello umano è visivo e che le persone elaborano queste informazioni 60.000 volte più rapidamente rispetto a quelle testuali.

Pensaci bene, una tabella o un grafico ben pensati possono essere molto più utili di un semplice testo, specialmente se devi spiegare un argomento complesso.

Anche se non sei un grafico professionista, ci sono diversi modi per creare una grafica efficace per il tuo sito e tanti altri tool online che ti possono aiutare nel tuo intento, ad esempio Canva e Piktochart.

Anche le immagini sono fondamentali per favorire la leggibilità della tua pagina, per questo consigliamo sempre di inserirne almeno una su ogni pagina.

10. Usa i collegamenti ipertestuali

Uno dei tanti vantaggi dei siti web è che permettono di indirizzare i lettori da una pagina all’altra, assegnando collegamenti ipertestuali a certe parole o frasi che rimandano ad altre risorse e informazioni importanti, a maggior ragione all’interno del tuo sito.

I link manterranno alta l’attenzione dei lettori e ne favoriranno la navigazione all’interno del sito.

 

Mettiamo il caso che tu stia creando un sito di cucina e che alla voce “Ratatouille” voglia scrivere che si tratta di un piatto a basso contenuto di grassi preparato con melanzane, zucca e pomodori. Potresti inserire un collegamento ipertestuale in corrispondenza di “basso contenuto di grassi” che rimandi ad una pagina di un blog dedicato al mangiar sano.

 

Anche se i link interni sono molto importanti per la SEO, ricorda che devono comunque essere sempre pertinenti e utili. Se sovraccarichi le tue pagine di link, i lettori non sapranno più dove cliccare, quindi segui i consigli di Google e non abusare dei collegamenti ipertestuali.

11. Spingi all’azione

L’immagine a lato mostra l’aspetto che potrebbe avere un bottone call-to-action sul tuo sito web.

Per essere efficace, un sito web dovrebbe concludere ogni pagina con un bottone CTA ben in evidenza.

Con Jimdo puoi creare bottoni CTA personalizzati per spingere le persone a contattarti, a guardare un video interessante, a leggere un articolo interessate o a scaricare un documento utile.

Si tratta di una strategia efficace per muovere i visitatori da una parte all’altra del tuo sito e fare in modo che condividano i tuoi contenuti con amici, colleghi, familiari, ecc.

I bottoni CTA devono sempre essere brevi e iniziare con un imperativo: “Scarica”, “Condividi”, “Iscriviti”, “Leggi di più” o “Guarda”. Ovviamente, non dimenticare di inserire il link che consente all’utente di concludere l’azione intrapresa.

 

Come avrai capito leggendo questo articolo, scrivere non è un gioco da ragazzi, a maggior ragione se stai scrivendo per il web. Ricorda però che non devi per forza impazzire per creare contenuti che siano da subito perfetti e che una volta online puoi controllare mensilmente l’andamento del tuo sito e ottimizzarlo a dovere.

I nostri consigli ti aiuteranno a partire con il piede giusto per creare contenuti efficaci in grado di catturare l’attenzione anche dell’internauta più frettoloso.

Una volta conclusa la scrittura dei contenuti, potrai pensare al loro aspetto grafico.


Articoli che potresti trovare interessanti:

7 strategie di sconto per aumentare le vendite
>> leggi di più

Come creare e inviare newsletter di successo
>> leggi di più

Come ottenere un logo professionale in tempo zero
>> leggi di più

Ti sembra di essere un impostore? Come superare le tue insicurezze.
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0