7 piattaforme video streaming adatte alle piccole e medie imprese

piattaforme-video-streaming-adatte-alle-piccole-e-medie-imprese

La comunicazione attraverso dirette video è un ottimo modo per interagire con i tuoi clienti, per promuovere la tua attività e anche per guadagnare online, specialmente se hai avuto la necessità, come è successo a molte attività negli ultimi mesi, di iniziare a vendere online i tuoi prodotti e/o servizi. Al giorno d’oggi esistono molti strumenti per le dirette video: il fatto che siano così tanti e di qualità ha spinto molti imprenditori e imprenditrici a gestire il proprio business interamente da remoto.

Qual è il miglior programma da usare per realizzare video in diretta?

Vuoi realizzare una diretta video per un evento, per una conferenza o trasmettere in streaming le tue lezioni di yoga visto che, nonostante l’allentamento del lockdown, prevedi che molte persone preferiranno seguirti da casa? Hai tantissime opzioni per farlo. 

In questo articolo abbiamo approntato una lista di alcuni servizi per il video streaming, specificando i pro e i contro di ognuno. Speriamo ti sia di aiuto per scegliere lo strumento più adatto per la tua attività. Prima di addentrarci nell’elenco, ci pare fondamentale rispondere a questa domanda: 

Cos’è la diretta video streaming e come funziona?

Se gestisci una PMI o sei un/una freelancer ti tornerà molto utile conoscere la differenza tra  questi 2 tipi di comunicazione via video: 

  • Diretta streaming (live streaming): Chi fa la diretta condivide la propria immagine e l’audio in tempo reale e dà modo a chi segue di guardare e ascoltare tutto proprio come se fosse davanti alla TV! 
  • Videochiamata: Si svolge come una tradizionale telefonata, solo che grazie a questa modalità, i partecipanti possono vedersi l’un l’altro sullo schermo di un computer, di un tablet o di un cellulare. 

7 servizi di video streaming adatti per le PMI

Per poter scegliere il programma migliore per te per realizzare videochiamate o dirette streaming, dovresti prima di tutto considerare i seguenti quesiti/fattori: 

  • La tipologia del tuo business
  • Hai bisogno di uno strumento per effettuare videochiamate interattive o per te è sufficiente trasmettere video in diretta? In altre parole hai bisogno di interagire col tuo pubblico o vuoi solo che ti veda? 
  • Quale sarà il numero dei partecipanti alla videochiamata o alla diretta? 
  • Vuoi registrare lo streaming in modo che le persone abbiano la possibilità di vederlo in un momento successivo? 
  • Condividerai il video su altre piattaforme? 
  • Qual è il tuo budget per un servizio di video streaming? 

Tenendo a mente queste domande, puoi scorrere la nostra lista e scegliere il programma più adatto alle esigenze della tua attività. 

Servizi per video in diretta streaming

1. Facebook Live

Come evincerai dal nome, Facebook Live è il servizio di video streaming sviluppato da Facebook. Puoi registrare un video servendoti di un laptop o di uno smartphone e sia i tuoi amici che i tuoi follower potranno vederlo in tempo reale. La modalità dello streaming è “one-way” ovvero unidirezionale: chi ti segue potrà vederti, ma tu non potrai fare altrettanto. I video possono avere una durata massima di 1 ora e 30 minuti. 

Vantaggi: 

  • È gratuito!
  • La funzione “commenti” di Facebook è integrata per cui il tuo pubblico può interagire con te, lasciando dei commenti durante lo streaming.
  • I video rimangono sul tuo profilo Facebook anche dopo lo streaming, quindi puoi condividere e/o promuovere (a pagamento) in un momento successivo quelli con più visualizzazioni e dare la possibilità alle persone di rivedere un video specifico. Se non vuoi che i video rimangano sul profilo, puoi semplicemente cancellarli. 
  • Puoi effettuare la diretta dal tuo profilo Facebook aziendale, in modo da non mischiare le comunicazioni relative al tuo business con quelle personali. 

Svantaggi:

  • Hai bisogno di un profilo Facebook aziendale o personale. A seconda del settore in cui operi, Facebook potrebbe essere una piattaforma non adatta alla tua attività. 
  • Può risultare difficile far crescere il numero dei follower se hai creato di recente un profilo. Facebook fondamentalmente vuole che le imprese paghino per promuovere i loro contenuti, per questo diventa sempre più complicato attirare del traffico organico (persone che vedono i tuoi contenuti senza che tu abbia pagato per dare loro maggiore visibilità). 

Consigliato per i seguenti business:  

Attività locali e che hanno già da tempo un certo seguito su Facebook. È lo strumento ideale per provare a trasmettere video investendo un budget contenuto. 

2. Instagram Live

È un servizio molto simile a quello di Facebook. Puoi trasmettere in diretta direttamente dal tuo smartphone e i video possono avere una durata massima di 1 ora. Anche in questo caso si tratta di one-way stream, quindi i tuoi follower potranno vederti, ma tu non potrai vedere loro. È possibile interagire attraverso i commenti. 

Vantaggi: 

  • È gratuito!
  • I follower possono comunicare con te e pubblicare le loro reazioni nei commenti.
  • Esiste l’opzione di disabilitare o filtrare i commenti che contengono certe parole chiave. 

Svantaggi: 

  • Hai bisogno di un profilo Instagram. Se hai iniziato a usare questa piattaforma di recente e non hai ancora tanti follower, la tua visibilità all’inizio sarà molto ridotta. 
  • Funziona solo attraverso l’app Instagram su mobile, quindi non potrai trasmettere il video da desktop. 
  • Le dirette spariscono dopo 1 ora (o dopo 24 ore se le condividi attraverso un’Instagram story). 

Consigliato per i seguenti business:   

Attività che hanno già un certo seguito su Instagram e i cui follower sono davvero attivi su questa piattaforma. Particolarmente indicato per brand che operano nel settore della salute e benessere, del fitness (personal trainer, istruttori sportivi, palestre), del miglioramento del proprio stile di vita (insegnanti di yoga), della moda e dell’abbigliamento. Scopri di più su come usare Instagram per far crescere il tuo business

Suggerimento: orientati verso la piattaforma più usata dal tuo target di clienti! Instagram è scelto più che altro da brand di tendenza e da aziende che vendono prodotti mentre Facebook è il social prediletto da attività locali. In ogni caso tutti i social più importanti, Twitter incluso, danno la possibilità di fare dirette video.

3. YouTube

Forse il servizio più famoso nella nostra lista e inevitabilmente associato al media video. Con YouTube Live puoi trasmettere dirette video (anche stavolta in modalità one-way) che saranno viste da chi ti segue proprio come se stessero guardando la TV! I video possono durare fino a un massimo di 8 ore, per cui si tratta di uno strumento perfetto per lo streaming di conferenze ed eventi. 

Vantaggi:

  • YouTube è un motore di ricerca acquisito da Google nel 2006. Ciò significa che se posti dei contenuti su YouTube e inserisci il link al sito della tua attività, ciò influirà positivamente sul tuo posizionamento su Google e aiuterà potenziali clienti a trovarti online. 
  • Man mano che cresce il tuo pubblico, hai la possibilità di monetizzare i tuoi contenuti. 
  • Chi guarda i tuoi video non ha bisogno di avere un account YouTube (come invece succede per Facebook e Instagram). Puoi anche caricare dei video in modalità “privata” e condividerli con un ristretto numero di persone semplicemente inviando loro il link URL. 

Svantaggi:

  • Per trasmettere video in streaming hai bisogno di un account Google e di aprire un canale su YouTube. 
  • Se sei approdato/a da poco su Youtube, sarà difficile avere visibilità all’inizio e crescere aumentando progressivamente il numero dei follower. 
  • Devi pagare YouTube quando il numero degli iscritti al tuo canale supera quota 100. 

Consigliato per i seguenti business:  

Ideale per chi vuole condividere video con un pubblico ampio e che hanno una lunga durata, aspetto che rende il servizio particolarmente utile per lo streaming di eventi e conferenze. Anche in questo caso il servizio è particolarmente utile se hai già una base di iscritti al tuo canale e se vuoi comunicare con un gruppo specifico di persone (ad esempio un gruppo scolastico o di colleghi). Inoltre è estremamente facile condividere i video postati su YouTube anche su altre piattaforme o caricarli sul tuo sito Jimdo

Servizi per videochiamate

4. WhatsApp e WhatsApp Business

WhatsApp (e WhatsApp Business) non hanno bisogno di grandi presentazioni. Whatsapp è diventato molto popolare perché permette di inviare messaggi scritti e vocali, condividere immagini e fare videochiamate usando qualsiasi smartphone (a differenza di iMessage che richiede l’uso di un iPhone). Il numero delle persone che possono prendere parte a una videochiamata è limitato a 8. 

Per usare Whatsapp hai bisogno solo di uno smartphone e di un numero di telefono. Il tuo account Whatsapp funziona su un solo dispositivo per volta. 

Vantaggi:  

  • È gratuito! 
  • È estremamente facile da usare.
  • Puoi effettuare videochiamate con un massimo di 8 partecipanti. 

Svantaggi: 

  • Funziona su un solo dispositivo per volta, aspetto che lo rende poco adatto a videoconferenze di lavoro quando sei in smart working.  
  • Può essere visto come poco professionale perché si tratta di un’app usata più che altro nella vita privata. 

Consigliato per i seguenti business:  

Persone che usano un dispositivo o un numero di telefono specifico per lavoro o per chi non si fa problemi nell’avere contatti più informali con i propri clienti.

Servizi per video dirette streaming e per videochiamate

5. Google Hangouts

Con Google Hangouts tutti i partecipanti alla videochiamata possono vedersi e interagire tra di loro. Con la versione gratuita possono partecipare fino a un massimo di 10 persone. Tutto quello di cui hai bisogno è un account Google! Hangouts è integrato con le altre app di Google e include funzioni quali la condivisione dello schermo e la chat. 

Google Meet è la versione a pagamento di Hangouts. È disponibile sui pacchetti a pagamento di G Suite e include ancora più funzioni, ad esempio la possibilità di realizzare un video streaming che può essere visualizzato, mediante condivisione di un apposito link, da un numero massimo di 100000 persone (in modalità visione, ovvero chi visualizza può solo guardare, ma non interagire). 

Vantaggi: 

  • Gratuito fino a 10 partecipanti e nessun limite alla durata della videochiamata. 
  • Si sincronizza automaticamente con Google Calendar così da facilitare la pianificazione dei meeting. 
  • Facile da usare sia attraverso il browser (l’app è opzionale) che sul tuo smartphone. 

Svantaggi: 

  • Non tutti possiedono un account Google anche se aprirne uno non costa nulla.
  • Non puoi registrare la videochiamata per condividerla successivamente, a meno che non passi a un pacchetto a pagamento. 

Consigliato per i seguenti business: 

Freelancer, liberi professionisti, imprenditori/imprenditrici che usano già Gmail o Google Drive e desiderano un programma gratuito e affidabile di video streaming per realizzare videochiamate in occasione di meeting, per tenere lezioni o sessioni di coaching in remoto e così via! Se hai bisogno di uno strumento che consenta la partecipazione di più di 10 persone, ti basta effettuare l’upgrade a un pacchetto a pagamento di G Suite: in questo modo avrai accesso a tutte le funzioni avanzate previste per Google Meet (fino a 250 partecipanti, possibilità di registrare i meeting, ecc.). 

6. Zoom

Zoom è uno strumento per tenere videoconferenze e pensato specificatamente per videochiamate di gruppo. Come avviene su Hangouts, i partecipanti possono vedersi e interagire tra loro, la videochiamata può avvenire attraverso desktop o su smartphone. Include diverse funzioni quali la condivisione dello schermo dei partecipanti e la chat. 

Con la versione a pagamento, puoi condividere in diretta su YouTube meeting e webinar tenuti su Zoom

Vantaggi:

  • È gratis e senza limiti di tempo per videochiamate tra due persone. 
  • Puoi effettuare l’upgrade e includere fino a 1000 partecipanti per videochiamata. 
  • Puoi registrare le videochiamate per riguardarle in un secondo momento o per condividerle con altri colleghi. 

Svantaggi: 

  • Devi scaricare l’app, ma è davvero semplice e veloce da installare. 
  • Con la versione gratuita, le videochiamate alle quali possono partecipare fino a un massimo di 100 persone, hanno una durata limitata di 40 minuti. La buona notizia è che esistono pacchetti a pagamento studiati per le esigenze più svariate: quelle delle piccole e medie imprese, così come quelle delle aziende di grandi dimensioni.  

Consigliato per i seguenti business: 

Piccole e medie attività che hanno bisogno di uno strumento gratuito per videochiamate one to one (due persone) o che coinvolgono gruppi ristretti. Perfetto per i team che hanno la necessità di registrare i loro meeting. Il passaggio a un pacchetto a pagamento è consigliato se si vuole condurre la propria attività da remoto coinvolgendo un gran numero di persone: pensiamo ad esempio all’istruttore di fitness che vuole offrire i propri corsi online e comunicare con le persone che lo seguono per correggere eventualmente l’esecuzione di alcuni esercizi. Negli ultimi mesi il ricorso a Zoom è letteralmente esploso: basti pensare a tutti quegli eventi e quelle conferenze che sono avvenute da remoto per via del lockdown!

7. Discord

Discord è uno strumento di cui difficilmente avrai sentito parlare, a meno che tu non sia un patito/una patita di videogame. Si tratta di una piattaforma creata originariamente per la comunità dei videogamer e che ha molti aspetti in comune con Slack. Puoi creare il tuo server con canali e gruppi separati, mandare messaggi scritti e vocali ed effettuare videochiamate. Il numero dei partecipanti alla videochiamata è limitato a 25, per la diretta streaming invece è di 50 persone. 

Discord continua a essere uno strumento molto usato dai videogamer, ma a partire dallo scorso marzo il numero dei partecipanti ammessi alle dirette streaming è passato da 10 a 50, per consentire l’utilizzo della piattaforma anche ad altri gruppi: classi scolastiche, coach e altre organizzazioni dedite soprattutto all’online learning.  

Vantaggi:

  • Videochiamate e dirette streaming gratuite. 
  • È davvero facile creare un ‘server’ (un gruppo privato dedicato alla tua organizzazione o attività), invitare utenti e creare chat separate a seconda degli argomenti di cui parlare. 
  • Discord è stato concepito per funzionare senza problemi mentre si sta giocando a un videogame (dato che una videochiamata non è molto utile se rallenta molto il computer durante il gioco). Ciò significa che la qualità dei video è migliore rispetto a quella di altre piattaforme. 

Svantaggi:

  • Come abbiamo visto, è una piattaforma nata per una community specifica, quindi potrebbe apparire poco professionale a liberi professionisti e imprenditori che non ne hanno mai sentito parlare prima.
  • Hai bisogno di un account Discord. 

Consigliato per i seguenti business: 

Finalità educative, scuole, offerta di servizi e-learning, organizzazioni no profit e in generale community che hanno bisogno di tenersi in contatto e comunicare avendo a disposizione un budget contenuto. È un’ottima opzione per chi vuole effettuare una diretta streaming per un massimo di 50 persone, sia che si tratti della lezione settimanale di yoga per principianti o di una conferenza online.  

Che dire di Skype e Microsoft Teams?

In effetti quando si pensa alle videochiamate, Skype è uno dei primi strumenti che vengono in mente, nato nel 2003 e usato soprattutto per comunicare con amici e parenti. Questo utilizzo legato alla sfera personale ne ha fatto un programma non particolarmente indicato per le imprese, anche per via di alcuni problemi relativi alla sicurezza, alla garanzia della privacy, alla qualità del servizio e a un’interfaccia non propriamente intuitiva, nonostante Microsoft abbia continuato a sviluppare l’app in tutti questi anni. Insomma con tutte le alternative presenti oggi, puoi permetterti di scegliere uno strumento meno problematico per la tua attività. Nel 2015 Microsoft ha lanciato Skype for Business (all’inizio chiamato Lync), ma nel 2017 è stata annunciata la sua sostituzione con la funzione video implementata su Microsoft Teams. Teams è sostanzialmente l’equivalente di Google Drive, ma prodotto in casa Microsoft.  

Microsoft Teams è uno strumento adatto per piccole e medie attività? 

Teams offre una serie di funzioni che sono utili per qualsiasi tipo di attività, ma in effetti è scelto più che altro da imprese di grandi dimensioni. C’è da dire che qualsiasi libero professionista e qualsiasi azienda ha la possibilità di provare gratuitamente Microsoft Teams per effettuare videochiamate in occasione di meeting e conferenze, per usare la funzione chat, condividere file, accedere, modificare e condividere Powerpoint, documenti Word o Excel e molto altro. 

Quali servizi video stai usando per gestire la tua attività da remoto? Faccelo sapere condividendo la tua esperienza su Facebook o Instagram: magari servirà da ispirazione per qualcun altro! 

Scegli Jimdo per creare il sito per la tua attività

Suzanne Al-Gayaar
Suzanne lavora come copywriter per Jimdo. Ha scoperto il suo amore per il marketing mentre era impegnata a far crescere la sua prima attività d'impresa. Quando non è immersa in qualche sogno ad occhi aperti, puoi trovarla impegnata a divorare caramelle alla menta, cavalcare oppure fare lunghe camminate col suo adorato cane.