Come recuperare l’autostima sul lavoro

Come recuperare l'autostima sul lavoro

Solo alcuni mesi fa, avere una piccola impresa o essere un lavoratore autonomo sembrava la cosa migliore del mondo. Indipendenza! La soddisfazione di lavorare per se stessi! L’orgoglio di vedere crescere la propria attività!

A rompere le uova nel paniere è arrivato però il 2020 con un carico di difficoltà mai visto in tempi moderni: incertezza, paura, perdita di clienti e di fatturato, nonché una netta rivoluzione del modo di fare business.

Anche tu sei tra le persone che improvvisamente si sono sentite mancare la stabilità sotto i piedi? Hai passato anche tu momenti in cui tutti i tuoi sforzi passati ti sono sembrati inutili e sprecati? In questo articolo vogliamo cercare di aiutarti a recuperare l’autostima e l’entusiasmo persi in questo difficile periodo professionale.

Cosa significa perdere l’autostima?

Ultimamente si è discusso e si sta discutendo ancora molto su come fare per tenere a galla la propria attività durante e dopo la crisi dovuta al coronavirus: taglio delle spese non necessarie, ricorso ad aiuti governativi, ecc. Sono in pochi però a parlare di come possiamo rimanere a galla noi come persone e professionisti, in altre parole di come possiamo affrontare la sensazione di incertezza, di inutilità e di frustrazione, che ci attanaglia quando ci troviamo a mandare avanti un’attività in momento totalmente nuovo che ci ha colto di sorpresa.

Ci rendiamo conto che sia difficile parlare di queste sensazioni, nessun imprenditore o libero professionista vuole sembrare debole o dubbioso. Vorresti continuare a guidare il tuo team con la stessa motivazione di prima, farti vedere ottimista e far finta che niente sia successo, ma in realtà dentro di te sei in balia di un vortice fatto di:

  • senso di impotenza
  • mancanza di fiducia in te e nelle tue capacità
  • frustrazione perché non è quello che ti aspettavi
  • rimpianti che ti portano a ripensare al tuo vecchio lavoro
  • desiderio di mollare tutto e provare una strada più semplice

Cerca di fermare il vortice

È molto facile abbandonarsi alla spirale senza senso dei “se”. Cosa succederà se questa situazione non si risolve? Cosa succederà se non trovano un vaccino? Cosa faremo se in inverno ci sarà un nuovo lockdown? Se ti può essere di aiuto, prova a scrivere nero su bianco tutti i tuoi dubbi per farli uscire dalla tua mente.

Ricorda che in tempi di incertezza il nostro cervello tende verso pensieri negativi e si prepara inconsciamente al peggio. Ma se dal punto di vista dell’evoluzione questo potrebbe avere un senso, certamente è controproducente sul lavoro. Ciò non significa che devi per forza evitare pensieri negativi, sarebbe impossibile e irrealistico, ma devi provare a riconoscerli per metterli da parte.

Prendi consapevolezza del fatto che stai attraversando cambiamenti importanti e non avere paura di mostrare la tua delusione e, perchè no, anche il dolore per quello che stai passando: ciò che conta è saper affrontare queste sensazioni. Anche ammettere di stare lottando per elaborare ciò che sta succedendo è un buon punto di partenza per allontanare i pensieri negativi.

Fai un elenco di tutte le cose che sai fare

Non hai perso il tuo talento dal giorno alla notte. Anche se tutto intorno a te sta cambiando, le tue capacità sono le stesse che ti hanno permesso di farcela in passato.

Ripensa ai tuoi successi del passato e trova il modo di usarli per uscire da questa situazione instabile. Pensa alle carte che puoi giocare per riadattarti alla situazione.

  • Sono capace di pensare in modo creativo e di risolvere i problemi
  • Sono capace di lavorare sodo anche se ho dei dubbi
  • Sono capace di elaborare strategie di marketing creative per attirare nuovi clienti
  • Sono capace di fare networking e di mettere in contatto le persone

Ricorda cosa ti ha portato fin qui

Innanzitutto, ricorda a te stesso perché hai scelto di fare il lavoro che fai, quali erano i tuoi obiettivi all’inizio. Volevi fare qualcosa per gli altri? Puoi ancora farlo? Volevi aiutare le persone? Puoi ancora farlo?

Prova a trovare motivazioni più profonde che non siano “Volevo un’azienda di successo” o “Volevo lavorare in autonomia”. Concentrati sul perché: ci sarà sicuramente qualcosa che ti ha smosso così tanto da portarti a creare la tua attività. Se riesci a concentrarti su questo aspetto, ritroverai la giusta motivazione.

Chiama un amico che ti possa aiutare

“Chiedi aiuto” è uno dei consigli principali che le persone si sentono dare, nonché uno dei più difficili da seguire se la tua autostima è a pezzi. Tuttavia, può essere utile chiamare un vecchio amico che ti conosce bene e fargli sapere ciò di cui hai bisogno. Non aspettarti però che abbia la soluzione pronta ai tuoi problemi. Parlate della perdita di autostima che stai vivendo e delle motivazioni che ti hanno spinto a creare la tua attività. Senza dubbio, un caro amico si ricorderà dei giorni in cui hai mosso i primi passi da imprenditore o libero professionista, di ciò a cui aspiravi e che ti emozionava. Potrebbe anche farti presente alcune qualità che non sapevi neanche di avere.

Prenditi un po’ di riposo

Non è facile fermarsi in un momento di crisi. Se lavori da casa, a volte è difficile ricordarsi che essere a casa non vuol dire essere “in pausa”. Quindi prenditi qualche giorno di ferie, non guardare le notizie e staccati dai social, tanto saranno ancora lì finito il tuo periodo di riposo.

La tua mente ha lavorato non stop negli ultimi mesi e ha bisogno di una pausa: non a caso svagarsi per un po’ è un metodo provato per trovare nuove idee creative.

Pensati nelle vesti di esploratore

In questo momento fai parte di quel gruppo di imprese e persone che stanno cercando di far fronte a un problema che nessuno prima di noi, almeno nella storia moderna, aveva mai affrontato.

Nessuno è lì a dirti come fare e non avere standard predefiniti da seguire su come agire non è del tutto un male. In questa fase sei un vero e proprio esploratore alle prese con qualcosa di completamente nuovo e inesplorato.

Se sono la creatività, l’indipendenza e il duro lavoro che ti hanno portato a scegliere la libera professione, allora puoi sfruttare questo momento. È l’occasione giusta per fissare le tue intenzioni su come andare avanti: ora come ora non puoi garantire un risultato, ma puoi certamente scegliere come arrivarci.

Scegli Jimdo per creare il sito per la tua attività

Maggie Biroscak
Maggie lavora per Jimdo come copywriter e redattrice. Precedentemente ha collaborato con organizzazioni operanti in campo ambientale e dell'attività d'impresa sostenibile. Quando non è intenta a controllare compulsivamente la punteggiatura nei testi, puoi trovarla immersa nella lettura di riviste scientifiche, occupata a cucinare o a fare camping da qualche parte.