Le 7 caratteristiche del sito affidabile

Come creare un sito affidabile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su print

Di chi ti fidi? Forse del tuo cane, di un amico o di un’amica, di Tom Hanks, ma probabilmente non di quel nuovo sito in cui ti sei imbattuto/a e che dice “COMPRA ORA! COMPRA ORA!”. 

Sia che tu abbia uno shop online o che stia iniziando la tua carriera freelance, il tuo obiettivo deve essere quello di presentarti a chi visita il sito e guadagnarne la fiducia. 

Come emergere tra i milioni di altri siti là fuori e far capire che la tua attività fa davvero la differenza? Elenchiamo qui le caratteristiche imprescindibili per un sito affidabile e professionale.

1. Dominio personalizzato 

Stai chiedendo alle persone di fidarsi di te e dei tuoi prodotti o servizi. Come puoi aspettarti che loro lo facciano se non hai neanche registrato un dominio tutto tuo? Non c’è nulla di male nell’iniziare a costruirsi una presenza online partendo da un sottodominio (ad es.: miodominiojimdofree.com, il quale riporta anche il nome di Jimdo), ma una volta che il sito è pronto o puoi iniziare a vendere online, è fondamentale usare un dominio personalizzato.

2. Design semplice e pulito

La prima impressione conta ed è legata alla percezione dell’affidabilità del sito.

Google ha svolto diverse ricerche sul comportamento delle persone che visitano i siti e ha scoperto che il tempo impiegato per decidere se un sito “va bene”, “piace” ed è affidabile è di pochi centesimi di secondo. Questo dato non è di per sé sorprendente. 

L’aspetto interessante è dato dai fattori che influenzano questa decisione. Google ha scoperto che le persone sono influenzate principalmente da due fattori legati al design del sito: “la semplicità visiva” e “l’adesione a uno standard”, in altre parole il sito deve avere le caratteristiche che il visitatore/la visitatrice si aspetta di vedere. 

Un sito che ha un look diverso da quello che ci si aspetta trasmette una sensazione negativa, di dissonanza, come quando si ascolta una voce stonata. Questa sensazione negativa rende le persone scettiche, diffidenti. Ecco perché è importante seguire alcune basilari regole di design

3. Recensioni e testimonianze

Perché dovrebbe importarci dell’opinione che un perfetto sconosciuto ha di un’azienda locale, di un ristorante, di un idraulico o di un aspirapolvere? In realtà “l’approvazione sociale” che emerge da recensioni o testimonianze di altre persone, seppur sconosciute, ci influenza moltissimo dal punto di vista psicologico. 

Prima di comprare un prodotto o un servizio, vogliamo sapere com’è stata l’esperienza di chi l’ha acquistato prima di noi, chiunque sia. Secondo un sondaggio condotto di recente da BrightLocal, l’84% delle persone ripone lo stesso grado di fiducia sia nelle recensioni online che nelle raccomandazioni di conoscenti.  

4. Loghi e badge

Il logo o il badge di un soggetto terzo e imparziale funzionano come un “sigillo di qualità” e rafforzano la reputazione del tuo business. Magari fai parte di un’associazione di categoria, di un albo professionale, hai vinto un premio o avuto una certificazione che attesta la sostenibilità ambientale della tua attività. Forse la tua organizzazione no profit ha ottenuto un rating positivo o forse la stampa ha parlato della tua azienda. Vedere che la tua attività è riconosciuta o sostenuta da altri soggetti rassicura le persone che visitano il sito. 

Con il Logo Creator di Jimdo, puoi creare il tuo logo professionale: è facile e gratuito!

Crea un logo per mettere in risalto la tua attività.

Se hai bisogno di consigli su questo argomento, leggi il nostro articolo su come creare il logo perfetto per la tua attività.

5. Scrittura genuina 

La rete è piena di testi che spiegano come riparare qualcosa o diventare ricchi senza sforzo e in tempo zero, di appelli di quel principe in esilio che chiede aiuto, di siti che promettono cure dimagranti miracolose e così via. Se vuoi ispirare fiducia, non fare di questi esempi un modello per la tua scrittura. 

Un sito incentrato troppo sulla vendita o improntato su una comunicazione esagerata fa subito fuggire le persone meno ingenue. 

I risultati migliori, per i siti di piccole/medie imprese e di freelance, arrivano da testi discorsivi, scorrevoli e autentici, come spieghiamo in questi consigli per scrivere i contenuti del sito web

Inizia col raccontare la tua storia come se stessi parlando a una persona reale: come hai iniziato, gli aspetti del tuo lavoro che ti appassionano, cosa ti distingue dalla concorrenza. Ancora meglio se proponi a un amico/un’amica di leggere i testi e poi chiedi: “Mi ci rivedi?”. 

Se ti accorgi di aver adottato ancora una volta il linguaggio tipico del marketing (“sinergia innovativa!”), fatto dichiarazioni vaghe (“siamo la soluzione numero uno”), usato cliché (“un’opportunità che capita solo una volta nella vita!”) o troppi punti esclamativi (!!!!), sarà meglio riscrivere i testi. 

6. Numeri affidabili

I contenuti visivi e di testo sono fondamentali, ma è meglio bilanciarli con alcuni numeri. Indica il numero di anni di attività, quanti clienti hai, la quantità di prodotti o servizi che hai venduto. Dopotutto c’è una ragione se un famoso cartello di McDonald’s dice: “Miliardi e miliardi (di hamburger) serviti”. 

Le organizzazioni no profit condividono spesso sui loro siti le informazioni sui finanziamenti ricevuti, su come vengono utilizzati, quale percentuale va ai progetti, quale a sostenere le spese generali  e quale impiegata per raccogliere altri fondi. 

7. Politiche di vendita chiare e sicure 

Quando parliamo di affidabilità del sito, pensiamo soprattutto alla domanda che un/a cliente si pone prima di acquistare: “Voglio davvero dare i miei soldi a questa persona/azienda?”. Shopping online su siti affidabili o percepiti come tali: questa è la tendenza. Acquistare su un sito che si visita per la prima volta richiede un atto di fiducia, ecco perché è importante creare un sito affidabile e percepito come sicuro.

Tutti i siti Jimdo sono dotati di protocollo sicurezza HTTPs: i tuoi/le tue clienti hanno la certezza che le loro informazioni sono protette.

Ti suggeriamo di accettare pagamenti effettuati attraverso metodi affidabili, come PayPal e Stripe. Se hai creato un sito per un’organizzazione non governativa, esistono diverse piattaforme attraverso le quali raccogliere donazioni: rassicurano le persone che non vogliono donare soldi attraverso un bonifico. 

Oltre a indicare quali sono i metodi di pagamento disponibili, è bene scrivere le condizioni di consegna, di recesso e di reso. I termini dell’acquisto saranno chiari a entrambe le parti e il/la cliente non avrà paura che i suoi soldi spariscano nel nulla. 

Comunica con precisione qual è la politica di reso, quanto tempo impiegano gli ordini ad arrivare a destinazione e chiarisci qualsiasi punto che possa causare confusione. 

Eventualmente inserisci queste informazioni nella sezione FAQ del tuo sito. Le politiche sull’acquisto scritte bene fanno capire che conosci tutte le difficoltà che possono sorgere sullo shop e che non sei alle prime armi. Non sai da dove iniziare per scrivere questi testi? Se si tratta di testi legali, puoi usare il nostro Generatore automatico di testi legali

Se vendi online, raccogli donazioni o vuoi attrarre nuovi clienti, il tuo obiettivo principale deve essere quello di ispirare fiducia. Con un impegno minimo, il tuo sito trasmetterà il giusto messaggio e convincerà le persone a fidarsi di te.

Maggie Biroscak
Maggie lavora per Jimdo come copywriter e redattrice. Precedentemente ha collaborato con organizzazioni operanti in campo ambientale e dell'attività d'impresa sostenibile. Quando non è intenta a controllare compulsivamente la punteggiatura nei testi, puoi trovarla immersa nella lettura di riviste scientifiche, occupata a cucinare o a fare camping da qualche parte.
Prodotti suggeriti

Sito Jimdo