6 consigli per stimolare la creatività

6 consigli per stimolare la creatività a lavoro

Avere maggiori risultati senza fare niente: troppo bello per essere vero! È infatti opinione comune pensare che per raggiungere un obiettivo sia necessario concentrarsi al massimo. Elenchi di cose da fare, planning per organizzarti, app utili allo scopo, manuali che ti insegnano come fare, sono solo alcuni degli strumenti convenzionali che ti fanno credere che più aumenta la tua concentrazione su un progetto, più sarà facile raggiungere i tuoi risultati. Tuttavia, alcuni studi recenti hanno dimostrato che troppa concentrazione e troppo lavoro possono essere controproducenti.

Se non consenti alla tua mente di rilassarsi e distrarsi, questa non avrà mai modo di arrivare alle giuste conclusioni: questo è proprio quello che afferma lo stimato neuropsichiatra sudafricano Srini Pillay nel suo libro Il potere del cazzeggio. Perché la distrazione ci rende più intelligenti, in cui ci spiega sapientemente perché è importante alternare attenzione e svago.

Detto questo, cosa possiamo fare nei nostri momenti di svago strategico? Ecco alcuni consigli.

Come risolvere un problema che sembra non avere via d’uscita

Da alcune recenti ricerche è emerso che mettere in stand-by la mente, fermarsi per lasciare fluire i propri pensieri e distogliere l’attenzione dalle proprie attività, sono modi per alimentare la creatività e rafforzare la propria capacità di problem-solving. Ecco alcuni consigli per iniziare:

  1. Prenditi delle pause per rilassare la mente
  2. Scarabocchia e colora
  3. Fai un pisolino
  4. Fai una passeggiata
  5. Diversifica le tue attività
  6. Cambia luogo di lavoro

1. Prenditi delle pause per rilassare la mente

Probabilmente avrai già sentito parlare della tecnica del pomodoro per gestire efficacemente il tuo tempo. Consiste nella suddivisione del proprio tempo di lavoro in intervalli di 25 minuti inserendo brevi pause tra un intervallo e l’altro. A queste pause, aggiungi 15-20 minuti di svago mentale che ti consentono di allentare l’attenzione e di arrivare a idee più creative, cosa impossibile se si mantiene sempre il massimo livello di concentrazione.

Ecco quindi che potresti approfittarne per fare il bucato, fare una doccia, innaffiare le piante del terrazzo… non usare questa pausa per guardare il cellulare o per dedicarti a un’altra attività che richiede concentrazione, in particolare se hai bisogno di recuperare l’autostima lavorativa a seguito di un periodo difficile, oppure se sei in procinto di intraprendere sfide lavorative difficili. Sfrutta quindi le pause per rilassare la mente e liberare le tue capacità di problem-solving che ti aiuteranno a raggiungere il tuo obiettivo.

2. Scarabocchia o colora

Uno studio, disponibile in inglese, ha sottoposto i partecipanti all’ascolto di un lungo e noioso messaggio vocale (sappiamo tutti cosa vuol dire ascoltarne uno…) e alla metà di essi è stato chiesto di scarabocchiare durante l’ascolto, mentre all’altra metà è stato richiesto solo di ascoltare. Il “gruppo degli scarabocchi” ha dimostrato di aver compreso e memorizzato molto meglio il messaggio rispetto all’altro gruppo.

Perché avviene questo? Non si ha la certezza assoluta, ma gli scienziati, tra cui il già citato Srini Pillay, sostengono che lo scarabocchio sia l’ultimo tentativo disperato da parte del nostro cervello di mantenere un minimo di attenzione senza isolarsi del tutto.

Anche colorare aiuta particolarmente lo svago mentale e non a caso ultimamente nelle cartolerie si trovano tantissimi libri da colorare pensati appositamente per stimolare la creatività dei professionisti.

3. Fai un pisolino

Ci sarà un motivo se molte aziende di livello internazionale hanno installato nei loro uffici le cosiddette “sleeping pods”, ovvero dei veri e propri spazi in cui dedicarsi all’arte del pisolino. Bastano 5-15 minuti di sonno per migliorare le funzioni cognitive delle 3 ore successive, per non parlare di una pennichella di 30 minuti che può avere effetti ancora migliori, nonostante il senso di intontimento che potresti provare per i primi minuti dopo il risveglio.

4. Fai una passeggiata

La camminata è un vero toccasana per la creatività, oltre che per la salute, e i benefici sono maggiori se si cammina all’aria aperta invece che su un tapis roulant. Non ami camminare in luoghi affollatti? In alternativa alla camminata puoi trovare un luogo tranquillo e fare un po’ di stretching: basta infatti allontanarsi dalla scrivania e fare un po’ di movimento per ridurre lo stress e aumentare la concentrazione.

5. Diversifica le tue attività

Come sottolinea Pillay, provare nuove attività estranee alla routine è molto importante. Il trucco è provare qualcosa di nuovo senza avere aspettative in merito, quind isenza paura di sbagliare e sentirsi sotto pressione.

Proprio in linea con questo concetto, sono nate tantissime piattaforme di problem-solving che invitano gli utenti a trovare soluzioni a problemi che non li riguardano direttamente, ma che possono aiutare altre aziende disposte a elargire ricompense in denaro. Una di queste è InnoCentive e in questo articolo viene spiegato come funziona.

6. Cambia luogo di lavoro

Hai mai avuto l’esigenza di allontanarti dalla tua scrivania? Ti è mai capitato di trovarti di fronte a un cursore lampeggiante e a una pagina vuota? Basta solo cambiare aria per dare nuovo impulso alla tua creatività e bastano minimi cambiamenti per fare la differenza.

“Le nuove idee derivano dalla interconnessione di vecchie idee. Ciò significa che devi esporti a nuovi stimoli”, così afferma in questo articolo in inglese Robert Epstein, dell’American Institute for Behavioral Research. Cambiare ambiente o il panorama che si vede dalla nostra finestra può portare a nuovi pensieri e combinazioni di idee mai avuti prima ed è proprio da qui che nascono le nuove idee.

Ovviamente, cambiare luogo di lavoro non è sempre facile e immediato però si può trovare una divertente alternativa come quella offerta da Window Swap, un sito web che mostra per 10 minuti sul tuo schermo quello che vedono le altre persone, stanziate in tutto il mondo, dalla loro finestra. Se quindi vuoi cambiare visuale, perché non dare uno sguardo ai panorami del Bangalore, di Tokyo o Amsterdam?

Il potere della disattenzione

È capitato a tutti di rimanere intrappolati nella routine e faticare per arrivare agli obiettivi prefissati, scontrandosi sempre con gli stessi problemi. Se ti dovesse capitare ancora, ricorda che ciò che devi fare è… niente. Lascia riposare un attimo la tua mente e vedrai che riuscirai a disincagliarti da situazioni complicate in men che non si dica.

Qual è la tua tecnica di svago mentale preferita? Condividi i tuoi consigli con la community di Jimdo su Facebook e Instagram e potresti aiutare un professionista come te a risolvere il suo prossimo problema.

Scegli Jimdo per creare il sito per la tua attività

Maggie Biroscak
Maggie lavora per Jimdo come copywriter e redattrice. Precedentemente ha collaborato con organizzazioni operanti in campo ambientale e dell'attività d'impresa sostenibile. Quando non è intenta a controllare compulsivamente la punteggiatura nei testi, puoi trovarla immersa nella lettura di riviste scientifiche, occupata a cucinare o a fare camping da qualche parte.