Consigli per calcolare i prezzi per il tuo shop online

Come calcolare i prezzi dello shop online
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su print

Il calcolo dei prezzi dei prodotti è uno dei primi passi da compiere quando apri il tuo shop online. Così come la risoluzione di altri problemi matematici, può sembrare un compito difficile da svolgere, ma in realtà è più semplice di quanto pensi. In questo articolo ti mostreremo un facile metodo per calcolare il prezzo finale di un prodotto del tuo shop online.

Troverai degli esempi di calcolo, vedrai come sconti e spese di spedizione influiscono sui prezzi e potrai usare il nostro calcolatore per stabilire il prezzo finale dei prodotti del tuo shop. 

Iniziamo!

Il prezzo giusto per i tuoi/le tue potenziali clienti

Il prezzo giusto deve essere abbastanza alto da generare profitto e abbastanza basso da invogliare i clienti all’acquisto. 

I prezzi di molti shop online di successo si trovano in una fascia che va dai 40 ai 200 euro. Questo range permette evidentemente di generare il margine sufficiente a coprire i costi di produzione, imballaggio e spedizione dell’ordine. Al tempo stesso, si tratta di una fascia di prezzo sufficientemente bassa da spingere il/la potenziale cliente all’acquisto. 

Quanto sono disposti a pagare i/le clienti? 

È molto utile controllare i prezzi applicati dalla concorrenza, in particolare quelli dei concorrenti che operano nel tuo stesso settore e hanno uno shop già da molto tempo. Anche se non puoi sapere come abbiano calcolato i loro prezzi, ti farai un’idea di quale livello di prezzo sia considerato appetibile da potenziali clienti. 

Una volta che avrai creato e pubblicato online il tuo shop, puoi fare degli esperimenti con diversi prezzi. Se un/a cliente è disposta a comprare un prodotto a 40 euro, sarà pronto/a anche a pagarne 45? 

Il valore di un buon affare

Compreresti un paio di scarpe che costano 2 euro? Ti aspetteresti una buona qualità? Cosa ti aspetteresti invece da un paio di scarpe che costano 200 euro? 

Quando potenziali clienti confrontano diversi shop, si fanno un’idea della media dei prezzi dei prodotti che stanno cercando. Se il tuo shop mostra dei prezzi superiori media, le persone potrebbero aspettarsi un livello di qualità dei prodotti molto più alto di quello per cui sono disposte a spendere. Quando i prezzi sono molto bassi invece le persone, aspettandosi una bassa qualità dei prodotti, potrebbero desistere dall’acquisto. In questo caso una strategia che aiuta a vendere di più è quella di alzare leggermente i prezzi. 

Il prezzo ideale è quello che fa pensare ai/alle potenziali clienti che, considerato quello che andranno a pagare, l’acquisto si rivelerà un buon affare. 

Scegli Jimdo per vendere online.

I prezzi dei prodotti rivelano qualcosa del tuo brand? 

I prezzi dei tuoi prodotti creano aspettative. Il fatto che che queste aspettative vengano o meno soddisfatte, influenzerà il modo in cui le persone guarderanno al tuo brand. Nel caso si tratti di un brand di lusso, i/le clienti diranno: “Questo prodotto è caro, ma vale quello che costa”. Se invece il tuo brand non punta sull’esclusività dei prodotti, bensì su prezzi accessibili, gli/le acquirenti lo sceglieranno perché sapranno di “poter contare sulla sua economicità”. 

Pensa bene a come vuoi che la tua strategia prezzi si rifletta sull’identità del tuo brand

Calcolo del prezzo base dei prodotti

Il prezzo base dei prodotti del tuo shop si calcola sommando i seguenti tre elementi: 

  • Costo del prodotto: quanto hai pagato per acquistare o realizzare il prodotto 
  • Margine di profitto: la percentuale di profitto che vuoi guadagnare
  • Tasse: la percentuale d’IVA o altra tassa che devi corrispondere sulla vendita 

Prima di tutto, devi applicare il margine di profitto al costo del prodotto e in seguito calcolare le tasse. Ad esempio: 

Un paio di scarpe ha un costo di produzione di 25 euro. 

Aggiungi il 20% di margine di profitto. 

L’aliquota è pari al 17%. 

Il tuo prezzo di vendita prima dell’applicazione delle tasse è di: 

25 * 1,2 = 30 euro

Il prezzo di vendita inclusivo d’IVA è pari a::

25 * 1,2 * 1.17 = 35.10

Puoi calcolare i prezzi di vendita dei prodotti del tuo shop usando questo calcolatore: 

Dopo aver effettuato i calcoli, inserisci i prezzi dei prodotti all’interno del tuo shop.

E le spese di spedizione? 

Di solito le spese di spedizione vengono addebitate separatamente. Dopo aver selezionato le opzioni per le spedizioni da mettere a disposizione degli/delle clienti, avrai una panoramica dei costi per la consegna degli ordini. Questi costi possono aumentare a seconda delle dimensioni e del peso dei pacchi. Un imballaggio dell’ordine oculato e intelligente può aiutarti a ridurre le spese. 

Alcuni shop online incentivano gli acquisti offrendo la spedizione gratis dei prodotti. Ovviamente chi gestisce lo shop continua a pagare le spese di spedizione, ma riesce a compensare i costi con l’aumento degli ordini dovuto all’offerta vantaggiosa. 

Quando offrire la spedizione gratuita e spalmare i costi sui vari ordini: 

  • Se noti che usando sul tuo shop online la dicitura “spedizione gratuita”, inizi a ricevere più ordini  
  • Se sei in grado di stimare con accuratezza il totale delle spese di spedizione da affrontare per i vari ordini 
  • Se le spedizione sono alte rispetto al prezzo finale (costo + margine + tasse) dei prodotti

Quando addebitare le spese di spedizione:

  • Se i tuoi/le tue clienti che acquistano sul tuo shop hanno anche la possibilità di ritirare gli ordini direttamente in negozio 
  • Se hai aperto da poco il tuo shop online e non puoi ancora prevedere con esattezza l’entità delle spese di spedizione 
  • Se le spese di spedizione sono molto basse rispetto al prezzo finale dei prodotti 

Se hai realizzato il tuo shop con Jimdo, puoi inserire le spese di spedizione all’interno delle impostazioni dello shop. 

E per quanto riguarda gli sconti?

Gli sconti sono un ottimo modo per incentivare all’acquisto e per dare a potenziali clienti la sensazione di essere in procinto o di aver fatto un buon affare. Ad esempio, puoi offrire un articolo del tuo shop a un prezzo scontato da applicare se l’acquisto viene effettuato subito. Creando questa sensazione d’urgenza, le persone saranno maggiormente invogliate ad acquistare perché non vorranno perdersi l’occasione di fare un buon affare. 

Lo sconto si applica sempre al prezzo finale del prodotto e non alle spese di spedizione che, quando ci sono, rimangono sempre invariate. Nello shop online creato con Jimdo, puoi impostare lo sconto come importo o come percentuale. Nel seguente esempio mostriamo come i due tipi di sconto vengano applicati al prezzo finale destinato all’acquirente: 

Prezzo di vendita: 35,10 euro

Spese di spedizione: 5,00 euro

Prezzo finale senza sconto:

35,10 + 5,00 = 40,10 euro

Prezzo finale con sconto assoluto di 10,00 euro: 

(35,10 – 10,00) + 5,00 = 30,10 euro

Prezzo finale con sconto percentuale del 9%:

(35,10 * 0,9) + 5,00 = 36,59 euro

Gli sconti sono ancora più efficaci se il prezzo originario del prodotto viene mostrato nello shop. Su Jimdo puoi farlo attivando la funzione prezzo barrato.

Per saperne di più su questo tema, ti invitiamo a leggere la nostra guida sulle strategie di sconto per lo shop online

FAQ sul calcolo prezzi per lo shop online

Il calcolo dei prezzi dei prodotti è uno dei primi passi da compiere quando apri il tuo shop online. Ecco delle risposte ad alcune domande comuni su questo tema. 

I prezzi bassi attraggono più potenziali clienti?

Stabilire prezzi inferiori rispetto a quelli della concorrenza può essere una buona strategia per attrarre più clienti. C’è da dire che i prezzi dei tuoi prodotto influenzano la percezione del tuo brand. Prima di abbassare i prezzi, sperimenta con gli sconti per vedere l’effetto sulle vendite. 

È bene modificare i prezzi del mio shop online?

Sì, in effetti è una buona abitudine quella di modificare i prezzi del tuo shop di tanto in tanto, magari adeguandoli all’inflazione e alle fluttuazioni del mercato. Gli esperimenti con i prezzi possono inoltre aiutarti a capire se il loro livello è giusto per il target di persone che vuoi raggiungere. Non esagerare con i cambiamenti: non farlo troppo spesso o scoraggerai i/le clienti che visitano spesso il tuo shop. 

Uno shop aperto di recente deve avere prezzi alti o bassi?

I prezzi bassi attraggono clienti e invogliano le persone a esplorare il tuo shop. D’altra parte i prezzi alti possono far percepire il tuo brand come esclusivo e di alta qualità. La cosa più importante è che la tua strategia di prezzi deve rispecchiare il tuo brand e la tua (più ampia) strategia di marketing. 

Devo includere le tasse nei miei prezzi?

Mostrare i prezzi inclusivi di tasse è la procedura standard in molti paesi e un ottimo modo per far vedere ai/alle clienti che vuoi essere trasparente. Ricorda di specificare chiaramente che il prezzo include l’aliquota relativa alla tassa sull’acquisto. 

Dovrei stabilire prezzi uguali o simili a quelli della concorrenza?

È meglio che tu faccia il calcolo specifico del prezzo ideale dei tuoi prodotti, così da tenere conto della particolare situazione del tuo shop online che sarà sempre diversa da quella dei tuoi concorrenti. Puoi anche fare leva sui prezzi, alzandoli o abbassandoli, per distinguerti dalla concorrenza.

Scegli Jimdo per vendere online.

Frank van Oosterhout
Frank lavora come copywriter per Jimdo ed è specializzato in articoli su SEO e sullo spirito imprenditoriale. Quando non lavora, gli piace cuocere il pane, prendersi cura degli aromi sul suo balcone o andare a correre.
Prodotti suggeriti

Shop online Jimdo

Shop online Jimdo