Come creare una perfetta pagina “Sito in costruzione”

Scrivere una pagina “Sito in costruzione”

Creare un sito web con Jimdo è davvero facile e veloce, ma la personalizzazione delle tue pagine potrebbe richiedere tempo per trovare le giuste immagini da pubblicare o per ultimare i testi che descrivono la tua attività.

Potresti anche voler provare design diversi prima di pubblicare il tuo sito (perchè no? Jimdo ti dà la possibilità di farlo).

Ma come puoi comunicare ai tuoi visitatori che il tuo sito non è al momento disponibile senza infastidirli? Semplice, attraverso una pagina "Sito in costruzione".  

Tutto quello che devi sapere sulla pagina "Sito in costruzione"

  • Cos'è
  • Come si crea 
  • Quando si pubblica
  • Cosa deve contenere
  • Quanto deve rimanere online
  • Conseguenze sulla SEO del sito
  • Esempi

Cos'è la pagina "Sito in costruzione"?

La pagina “Sito in costruzione” è come un cartello di lavori in corso: ti permette di far sapere ai tuoi visitatori che il tuo sito è momentaneamente offline e che ci stai lavorando. In questo modo puoi tranquillamente fare tutta la manutenzione e le modifiche che vuoi, senza che gli utenti vedano quello che stai facendo.

Come si crea?

Se hai creato il tuo sito web con il prodotto Dolphin di Jimdo, attivare una pagina “Sito in costruzione” è facilissimo:

  • Crea una nuova pagina e aggiungi un nuovo blocco di testo per il tuo messaggio “Sito in costruzione”.
  • Nascondi tutte le altre pagine del sito.
  • Pubblica il sito con le modifiche apportate.

Ora il tuo sito è sempre online, ma l’unica pagina visibile è quella con il messaggio “Sito in costruzione”. È comunque possibile accedere alle altre pagine attraverso un link diretto alla pagina specifica, ma ora puoi lavorare al tuo sito da dietro le quinte senza che nessuno veda quello che stai facendo.

 

Una volta terminate tutte le modifiche o le rifiniture del caso, non devi far altro che:

  • Nascondere la pagina “Sito in costruzione”.
  • Rendere nuovamente visibili tutte le altre pagine.
  • Pubblicare il sito.

Ora che hai pubblicato il sito, le tue modifiche saranno visibili a tutti, mentre la pagina “Sito in costruzione” sarà accessibile soltanto tramite un link diretto nel caso in cui qualcuno lo abbia salvato.

Quando si pubblica?

Questa pagina è utile nei casi in cui il tuo sito è già online, ma stai ancora lavorando sui contenuti. Nel caso in cui il tuo sito sia già conosciuto e abbia già dei visitatori, questa pagina farà loro sapere perché non riescono a visualizzare nient’altro, senza contare che può servire anche da promemoria per invitare i visitatori a tornare sul sito a breve.

Normalmente, la pagina “Sito in costruzione” viene pubblicata per due motivi:

  • In caso di manutenzione alle pagine del sito
  • Il sito non è ancora finito

Tuttavia, se efficace, ti consentirà di mantenere alti la curiosità e l’interesse dei tuoi clienti mentre dai una rinfrescata ai contenuti del tuo sito.

Cosa deve contenere?

Innanzitutto deve anticipare le risposte alle domande che potrebbero porsi i visitatori, domande del tutto normali e legittime nel caso in cui il tuo sito sia momentaneamente offline. A tal fine, assicurati di inserire le risposte a queste domande nel testo di questa pagina.

  • Perchè non riesco ad accedere al sito?

È la prima domanda che si faranno i visitatori. Mettiti nei loro panni: quando vai in un negozio e lo trovi chiuso, non pensi che sia molto meno fastidioso sapere che è chiuso perchè i proprietari sono appena diventati nonni e sono andati a far visita al nuovo nipotino? Creare una sorta di empatia nei clienti è senza dubbio una mossa vincente.

  • Quando potrò accedere nuovamente al sito?

Anche se il tuo sito non è ancora pronto, ciò non significa che perderai per forza dei clienti. Fai sapere ai visitatori quando possono accedere nuovamente al tuo sito e vedrai che avrai modo di dimostrare loro di essere affidabile mantenendo la parola data.

  • L’attività è (già) attiva?

Per la maggior parte dei visitatori il tuo sito e la tua attività sono una cosa sola, sta a te far capire loro che il tuo sito è solo uno dei tanti strumenti di comunicazione al servizio della tua attività. Pertanto non dimenticare di comunicare ai potenziali clienti dove possono continuare a comprare i tuoi prodotti, se possono ancora visitare il tuo shop online oppure chiamarti.

  • Dove posso trovare maggiori informazioni sull’attività?

Il tuo sito web è il luogo ottimale in cui un visitatore può avere maggiori informazioni su di te oppure sulla tua attività. Se il tuo sito è momentaneamente offline, i visitatori devono poter trovare le informazioni che cercano altrove. Perché dunque non inserire un link al tuo profilo LinkedIn aggiornato, al tuo profilo aziendale su Google My Business, oppure alla tua pagina aziendale di Facebook?

  • Chi posso contattare quando il sito è offline?

Il tuo sito avrà sicuramente un modulo di contatto rapido ed efficace, ma cosa succede quando il tuo sito è offline? Assicurati che i visitatori riescano a contattarti ugualmente via e-mail oppure telefonicamente, o se preferisci tramite LinkedIn, Twitter o Facebook. Fai loro sapere come fare.

 

Comunicare le proprie assenze è un segno di professionalità, ed è anche importante saperlo fare con il tono giusto in linea con la propria attività.

Quanto a lungo deve rimanere online?

Si tratta in primis di una decisione aziendale. Se il tuo sito si rivolge principalmente a clienti nuovi, allora non dovrebbe rimanere offline a lungo, al massimo una settimana. Diversamente, se il tuo sito è pensato principalmente per clienti già fidelizzati, puoi anche permetterti di lasciarlo offline per due settimane. Mentre il tuo sito è offline, devi mettere in conto il tempo che dovrai investire per rispondere a tutti coloro che ti contattano attraverso altri canali per avere le informazioni normalmente presenti sul tuo sito.

 

Anche se il tuo sito non è ancora pronto al 100%, puoi pubblicare ugualmente le pagine più importanti già pronte per i visitatori mentre continui a lavorare senza fretta sulle pagine rimanenti.

 

È essenziale che i tempi di pubblicazione riportati nella pagina “Sito in costruzione” siano rispettati. Se dici che il tuo sito web tornerà disponibile il 24 aprile, allora deve essere così. L’affidabilità di un imprenditore si vede anche dalla sua capacità di mantenere le promesse, senza contare che il rispetto dei tempi stabiliti è anche sinonimo di organizzazione, programmazione e attendibilità.

Che effetti ha sulla SEO?

Un sito offline non è mai un buon risultato da proporre per una ricerca e Google non ama proporre i risultati che non aiutano gli utenti a trovare quello che realmente vogliono. Ecco perchè ti consigliamo di non lasciare il tuo sito offline troppo a lungo. Ovviamente non scomparirà subito dai risultati di ricerca, ma sicuramente perderà molte posizioni di indicizzazione.

 

In poche parole funziona così: ogni volta che un motore di ricerca rileva che il tuo sito è offline, dice a Google di non indirizzare lì i visitatori. Se stai pensando di lasciare il tuo sito offline solo per un weekend, allora ci sono buone probabilità che i crawler dei motori di ricerca non se ne accorgano nemmeno, ma se il periodo di assenza dal web del tuo sito si protrae più a lungo, il tuo posizionamento potrebbe risentirne.

 

È sempre consigliabile che un sito sia di nuovo online nel momento in cui diventa oggetto di una ricerca, e se presenta nuove informazioni tanto meglio. In questo modo i risultati di ricerca saranno nuovamente aggiornati e il posizionamento potrebbe beneficiarne: Google ama i contenuti nuovi e aggiornati! Per evitare che i visitatori continuino ad accedere a pagine nascoste attraverso vecchi link, assicurati di cancellarle oppure di copiare su di esse il messaggio “Sito in costruzione” che hai creato.

 

Se il tuo sito è nuovo, allora ci vuole solo un po’ di pazienza. Google ci mette un po’ a indicizzare i nuovi siti e per questo forse non vedi ancora il tuo sito tra i risultati delle tue ricerche. La tua SEO non ha ancora dato il meglio di sé, quindi non preoccuparti, presto scalerai anche tu la vetta!

Intanto fai sapere a Google che il tuo sito è di nuovo online attraverso la Google Search Console: in questo modo avrai la certezza che il tuo sito è di nuovo visibile e che verrà indicizzato da Google il prima possibile.

Alcuni esempi di pagine “Sito in costruzione”

Perché non usare questa pagina anche per creare un po’ di aspettativa e suscitare curiosità? Puoi farlo scegliendo il tono e le parole giuste, senza però dimenticare di dare tutte le informazioni necessarie ai tuoi visitatori.

  • Messaggio neutro

“Stiamo lavorando per pubblicare il sito web mercoledì 24 aprile. Non perdetevi il nuovo design e la nostra nuova collezione! Fino ad allora seguiteci sulla nostra pagina Facebook!”

  • Messaggio informale

“Lavori in corso! Sappiamo che non state più nella pelle, ma ancora un po’ di pazienza.

Dal 24 aprile potrete di nuovo acquistare sul nostro sito. I primi 20 visitatori che ci contatteranno riceveranno in omaggio una fantastica t-shirt della nostra nuova collezione!

Nel frattempo date un’occhiata ai nostri prodotti su Instagram!”

  • Teaser

“Sai tenere un segreto? Il nostro nuovo album uscirà il 24 aprile, lo stesso giorno del lancio del nostro sito! Rimani connesso per acquistare il nostro album in esclusiva direttamente sul nostro sito web. Nel frattempo clicca su questo link e goditi alcuni minuti del nostro nuovo pezzo su Spotify.”

  • Messaggio informativo

“Ci siamo quasi! Dal 24 aprile avvierò ufficialmente la mia nuova attività e sarò a tua disposizione per aiutarti con la contabilità della tua azienda. Non vedo l’ora! Puoi rivolgerti a me per consulenze finanziarie, di contabilità e fiscali. Se ti interessa, contattami via LinkedIn e iniziamo a collaborare.”

  • Messaggio personale

“Finalmente i miei figli quest’anno hanno iniziato la scuola e mi hanno lasciato il tempo di avviare la mia attività. Non vedo l’ora di iniziare! Dal 24 aprile sarò a disposizione dei giovani genitori per aiutarli ad affrontare le sfide della maternità e della paternità. Nessuno meglio di me sa che per godersi appieno i nostri bambini è necessario essere ben organizzati. Hai bisogno di qualche consiglio? Scrivimi a info@baby-organization.com e ti risponderò non appena la mia attività sarà ufficialmente avviata.”


Per concludere, il miglior consiglio che possiamo darti è quello di rispondere a tutte le potenziali domande dei tuoi visitatori anche se il tuo sito non è momentaneamente disponibile. In questo modo darai una dimostrazione di affidabilità e professionalità.

Una volta pronto, pubblica il tuo sito e vedrai che successo!

Elisabetta Satta Jimdo Team Supporto Assistenza

 

Elisabetta Satta

Jimdo Team

Articoli che potresti trovare interessanti:

Come creare e inviare newsletter di successo
>> leggi di più

Come ottenere un logo professionale in tempo zero
>> leggi di più

Ti sembra di essere un impostore? Come superare le tue insicurezze.
>> leggi di più

Conformità legale garantita con la nuova esclusiva di Jimdo
>> leggi di più


Scrivi commento

Commenti: 0