Consigli e strategie di marketing musicale

Consigli e strategie di music marketing
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su print

Come affermato nell’incipit del saggio Music marketing 3.0, “La musica è un’arte ed è anche un’industria con i suoi attori, le sue logiche e le sue leggi. Con la tecnologia e le reti sociali il settore vive oggi una rivoluzione. Si è passati dal giradischi alla generazione iPod, fino alle nuove forme di fruizione musicale.” 

Per chi lavora in questo settore, musicisti solisti, band, DJ, studi di registrazione etc. questa rivoluzione rappresenta una grande opportunità, ma anche una sfida: come emergere nel mondo digitale? 

La risposta consiste nel marketing musicale. 

Cos’è il marketing musicale? 

Il marketing musicale consiste nell’insieme di strategie utili: 

  • alla creazione del brand dell’artista, della band o di chi fornisce i servizi musicali (ad esempio nel caso di uno studio di registrazione)
  • alla promozione del prodotto o servizio musicale 
  • alla costruzione di un legame di fidelizzazione con il pubblico che si vuole raggiungere. 

Gli obiettivi non sono molto diversi da quelli del marketing tradizionale: in fondo i/le fan o le persone che  usufruiscono di servizi musicali sono a tutti gli effetti dei consumatori/delle consumatrici. 

Se sei un/un’artista o fai parte di una band emergente o indipendente è molto probabile che tu non possa contare su una casa discografica che faccia tutto il lavoro di promozione. 

È proprio per te che abbiamo scritto questo articolo. 

Perché il marketing musicale è importante? 

I musicisti/le musiciste di solito non sono abituati a ragionare in termini di branding o posizionamento. Si ritiene che in questo settore solo il talento sia decisivo e il termine “marketing” sembra quasi fuori luogo. 

Non c’è niente di più sbagliato! Un/un’artista oggi per mantenersi non può far leva solo sul contenuto musicale: il prodotto musicale è destinato ad essere commercializzato e, come tutti i prodotti che si devono vendere, ha bisogno di una promozione. 

Il marketing musicale è fondamentale perché delineando un piano preciso e mettendolo in atto potrai: 

  • Far conoscere a più persone la tua musica o i tuoi servizi musicali e raggiungere il tipo di pubblico che può essere maggiormente interessato 
  • Avere occasioni per interagire con i tuoi/le tue fan, rafforzare la relazione con loro e soprattutto creare un gruppo di fedeli estimatori/estimatrici che ti supportino nel corso di tutta la tua carriera. Il consumatore/la consumatrice infatti non solo acquista il prodotto o servizio musicale, ma può a sua volta promuoverlo attraverso recensioni, opinioni e condivisioni sui social
  • Ricevere più facilmente richieste di prenotazioni per concerti, spettacoli, registrazioni e produzioni musicali
  • Aumentare le possibilità di vendere online la tua musica (cassette, cd, vinili), i tuoi servizi e il tuo merchandise 
  • Comunicare la tua professionalità: perché la musica per te non è un semplice hobby, ma una vera e propria professione 
  • Contare su un piano preciso da usare come base di confronto con quello che fanno altri artisti, band e altre figure che lavorano nell’industria musicale 

Come creare una strategia di marketing musicale?  

Una strategia di marketing musicale efficace passa attraverso la definizione e la pianificazione dei seguenti elementi: 

1. Brand & Tono di voce 

Il guru del marketing Philip Kotler ha descritto il brand come “un nome, un termine, un segno, un simbolo, un disegno o una loro combinazione che identifica un prodotto o servizio di un venditore e che lo differenzia da quello del concorrente”. Anche se i prodotti e servizi musicali sono legati a una forma d’arte e quindi toccano nel profondo le emozioni del consumatore, l’affermazione di Kotler può essere applicata anche al mondo della musica. 

Che tu sia un/a musicista solista, faccia parte di una band, lavori come DJ o nella produzione musicale, il primo passo da compiere è la definizione della tua specifica identità. Ciò implica la risposta a una serie di domande: perchè fai musica, cosa vuoi esprimere con essa, come sei arrivato/a fondare e sviluppare il tuo progetto musicale. 

Devi far capire alle persone perché la tua arte è unica e originale, in altre parole definirne non solo la poetica e l’estetica, ma anche la visione e la missione. Saranno questi tratti a delineare l’essenza umana e artistica del tuo brand che costituisce un vero e proprio biglietto da visita nel primo approccio col tuo pubblico. Se vuoi approfondire questo punto, ti suggeriamo la lettura del nostro articolo “Cos’è il branding e come si crea?”.

2. Audience Persona  

Il secondo passo nello sviluppo del piano di marketing musicale è l’identificazione e la conoscenza accurata del mercato di riferimento, quindi del tuo pubblico. Devi avere ben chiaro chi sono le persone che stai cercando di raggiungere. 

Un metodo efficace è quello di delineare in astratto la persona del/la tuo/a fan ideale, reperendo tutte le informazioni che ti permettono di rispondere alle seguenti domande: 

  • Chi sono i tuoi/le tue fan attuali e quelli/e potenziali? 
  • Perché sono attratti/e dalla tua musica? 
  • Quali sono i loro interessi e le loro passioni? 
  • Quali siti, blog, riviste consultano per scoprire la musica? 
  • Quali piattaforme utilizzano per ascoltarla? Quali social media utilizzano di più? 

Ti starai chiedendo come ottenere queste preziose informazioni. 

Se hai un profilo professionale su Facebook e Instagram, puoi utilizzare le statistiche di queste piattaforme per reperire dati sui tuoi/sulle tue follower quali genere, età, provenienza, altre pagine/profili seguiti (e quindi ulteriori artisti preferiti e interessi). 

Se hai un sito o uno shop creato con Jimdo e vi hai collegato il tuo account Google Analytics, puoi usare questo servizio gratuito per ottenere tutte le informazioni utili che ti interessano sulle persone, molto probabilmente fan attuali o potenziali, che visitano le tue pagine. 

3. Contenuti 

Sulla base dell’identità del tuo brand (e quindi del tuo progetto musicale) e dell’identikit del/la tuo/a fan ideale, creerai dei contenuti rilevanti da condividere sui vari canali di marketing. 

Per i tuoi/le tue fan i contenuti sono rilevanti quando interessanti, accattivanti o divertenti. Per te i contenuti sono efficaci quando creano o rafforzano l’interesse nei tuoi prodotti o servizi musicali. 

Ecco un elenco dei tipi di contenuto che puoi utilizzare per mettere in atto la tua strategia di marketing musicale: 

  • Audio: la musica deve ovviamente essere l’elemento fondante della tua strategia, sia in forma di prodotto fisico (cd, vinili, cassette) che digitale, ovvero audio da caricare sul tuo sito, nelle varie piattaforme di fruizione via streaming e sui social
  • Video: clip dei tuoi pezzi musicali, registrazioni di concerti live e backstage, interviste, video streaming di concerti tenuti online o di incontri con la tua fan community
  • Immagini: foto e qualsiasi altro tipo di immagine (ad esempio grafiche per eventi, poster, locandine, per post da condividere sui social) che contribuisca a creare l’identità visiva del tuo brand musicale. Se non hai il budget per pagare i servizi di un/a fotografo/a o designer professionista, potrà esserti utile la lettura del nostro articolo sugli strumenti alternativi a Photoshop per la modifica delle immagini

Un ruolo centrale nella costruzione dell’identità del tuo brand è dato dal logo che idealmente dovrà suscitare in chi lo guarda le stesse sensazioni trasmesse dalla tua musica, sintetizzare l’estetica del tuo progetto musicale e  attirare l’attenzione di potenziali fan. Anche in questo caso, non hai bisogno di investire ingenti somme su questo aspetto: con Jimdo puoi creare il tuo logo gratis. 

Crea un logo per mettere in risalto la tua attività.

  • Testi: con cui raccontare la storia del tuo progetto musicale (ad esempio inserendo una pagina “Su di me” e un Press kit sul tuo sito), presentare la tua discografia, informare e suscitare interesse e aspettative per il lancio del prossimo album o per concerti/eventi futuri, descrivere i tuoi prodotti (musicali e merchandise) e servizi e interagire con la comunità di fan attuali e potenziali (basti pensare ai testi per i post sui social) 

Tutti questi contenuti possono essere adattati a seconda dei canali di marketing che vuoi utilizzare: ad esempio se hai inserito sul tuo sito un lungo video intervista alla tua band in cui presentate il lancio del vostro prossimo album, puoi tagliarlo e condividerlo sui social per informare e creare aspettativa nella vostra community. 

4. Obiettivi e tempistiche 

Ti suggeriamo di definire degli obiettivi precisi il cui raggiungimento sia realistico e misurabile oggettivamente in termini di quantità. È inoltre importante che tu stabilisca un dato periodo di tempo entro il quale ciascun obiettivo deve essere raggiunto. 

In questo modo avrai due elementi concreti ai quali fare riferimento per capire se il tuo piano di marketing musicale sia efficace o meno

Ecco una lista di possibili obiettivi (da conseguire entro la data X): 

  • Aumento X del numero di visite sul tuo sito o sul tuo shop online 
  • Aumento X del numero di vendite online dei tuoi prodotti o servizi 
  • Aumento X del numero di persone che si iscrivono alla tua newsletter attraverso il tuo sito
  • Aumento X della quantità di follower sui social media 
  • Crescita X del tasso di interazione con la tua community sui social 
  • Aumento X di brani ascoltati o scaricati dalle maggiori piattaforme musicali (Spotify, SoundCloud ecc.) 

Probabilmente ti starai chiedendo come capire se gli obiettivi fissati sono ragionevoli. 

Ti consigliamo di partire dalla tua esperienza pregressa, in particolare da obiettivi definiti nelle tue precedenti strategie, e tenere conto dei risultati conseguiti e del periodo di tempo che è servito al loro raggiungimento. Usa questi risultati come base per i tuoi futuri obiettivi che potrai sempre modificare in seguito. 

Se invece non hai nessuna esperienza perché sei al principio della tua carriera musicale solista o hai fondato da poco la tua band, non preoccuparti: bisogna pur iniziare da qualche parte! In questo caso potrà esserti utile fare su internet qualche ricerca di mercato e trarre ispirazione dai risultati raggiunti da musicisti/band che hanno un pubblico simile al tuo e/o che si sono affacciati sulla scena musicale nello stesso periodo. 

5. Budget

Al giorno d’oggi realizzare un sito web o uno shop online, aprire delle pagine professionali sui social, caricare la propria musica sulle maggiori piattaforme musicali, creare i contenuti di testo e visuali da condividere per stringere e rafforzare il legame con la tua community non comporta necessariamente un grosso dispendio di denaro. 

Le spese comunque ci sono, soprattutto se vuoi offrire dei prodotti e dei servizi musicali di qualità e aumentare la tua visibilità, non solamente online, ma anche nella vita reale. Basti pensare ai costi di produzione della musica, a quelli connessi al merchandise e alla pubblicità sui social o offline (volantini, poster, adesivi, locandine, ecc.) 

Nel tuo piano di marketing musicale devi stabilire con precisione quanto sei disposto a spendere e, ancora una volta, entro quale periodo di tempo. La buona notizia è che attualmente esistono diversi modi economici attraverso i quali reperire dei fondi per finanziare la propria attività musicale: ad esempio puoi chiedere aiuto a fan attuali e potenziali e aprire una campagna di finanziamento su una piattaforma di crowdfunding

Quali sono gli strumenti e i canali del marketing musicale? 

Dopo aver definito concretamente gli elementi principali della tua strategia, potrai passare alla fase dell’esecuzione che consiste in gran parte nella condivisione dei tuoi contenuti nei vari canali di marketing. Te ne proponiamo una lista esauriente: 

Sito web 

È uno dei luoghi virtuali principali visitato da fan attuali e da persone che cercano semplicemente informazioni sulla tua musica o sui tuoi servizi. A differenza dei contenuti caricati sui social e sulle piattaforme del settore, avere un sito ti permette di registrare un dominio tutto tuo, di avere sempre il pieno controllo dei contenuti che pubblichi e dei dati relativi al sito, senza intermediari. 

Inoltre mediante l’inserimento di un formulario di contatto e l’uso sapiente di call to action, potrai sfruttare il sito per raccogliere gli indirizzi email delle persone interessate al tuo progetto musicale, così da poter poi inviare loro la tua newsletter. 

Anche se non hai conoscenze di programmazione o di design, puoi usare Jimdo per creare gratis il tuo sito web musicale. 

Scegli Jimdo per creare il tuo sito di musica.

Shop online

Anche in questo caso il punto di forza è dato dall’assenza di intermediari. Aprendo uno shop tutto tuo, avrai il pieno controllo dei prodotti e dei servizi musicali che offri. Nessuna pubblicità di servizi terzi, zero commissioni sulle vendite e nessuna percentuale da corrispondere a piattaforme a fronte dell’ascolto dei tuoi pezzi. 

I profitti della vendita di musica, servizi e merchandise rimarranno tutti nelle tue tasche! 

Scegli Jimdo per vendere online.

Social Media

Ormai è quasi scontato dire che avere una buona visibilità e soprattutto un’interazione costante con le persone su social quali Facebook, Instagram, Twitter & Co. è fondamentale per il successo di qualsiasi business e ciò vale anche per quello musicale. Per sapere come usare al meglio i tuoi contenuti in questo contesto, ti suggeriamo la lettura del nostro articolo dedicato alla pianificazione di un’efficace strategia social media

Ads

Raggiungere più persone alle quali far conoscere la tua musica e con le quali interagire sviluppando e rafforzando una vera e propria community non è sempre possibile affidandosi alla sola crescita organica e cioè a quella visibilità e raggiungibilità che si basa sulla semplice pubblicazione di post. 

Molto spesso non basta che i contenuti siano interessanti ed accattivanti, per cui è necessario dare loro una “spinta” investendo un certo budget su post mirati da mettere in evidenza sui social o anche su piattaforme quali YouTube e Spotify. 

Piattaforme musicali 

Non solo social media! Esistono moltissime piattaforme seguite costantemente da amanti della musica che vogliono ascoltare i pezzi dei propri artisti preferiti e scoprire musica simile o totalmente nuova. La tua presenza su queste piattaforme è fondamentale per consolidare il rapporto con i fan attuali e raggiungere potenziali estimatori/estimatrici. Spotify, Reddit, SoundCloud… per una lista completa, ti suggeriamo di leggere il nostro articolo “I modi migliori per promuovere la tua musica online!

  • Newsletter

L’email marketing è tuttora uno degli strumenti più importanti di promozione della musica e di fidelizzazione della propria base di fan. I contenuti da condividere li hai già perché preparati nel corso della definizione del tuo piano di marketing musicale. Ora si tratta solo di rielaborarli e di utilizzarli sapientemente nel tempo per comunicare con le persone attraverso l’invio della newsletter. 

Non sai da dove iniziare? Segui le indicazioni che abbiamo raccolto per te nel nostro articolo “Creare una newsletter in 3 semplici passi”. 

  • Networking

È importante creare una rete di contatti con persone che possono aiutarti a diffondere la conoscenza dei tuoi prodotti e servizi musicali. Proponiti a giornali e  blog del settore, contatta radio e podcast ascoltati dal pubblico che ti interessa maggiormente raggiungere, cerca di partecipare a eventi e festival, segui e fatti seguire da influencer musicali e avvia una serie di collaborazioni con altri/e artisti/e e brand. 

Se hai letto questo articolo fino alla fine, complimenti! Ora hai tutti gli elementi per definire il tuo piano di marketing musicale e per metterlo in pratica. Invece che prendere decisioni istintive, basandoti sulle situazioni che ti si presentano di volta in volta, ora avrai un punto di riferimento da consultare sempre per promuovere il tuo brand e per creare e rafforzare il legame e l’interazione con la tua community. Vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare! 

Elisabetta Satta
Elisabetta lavora come traduttrice per Jimdo e si dedica anche alla scrittura di articoli specifici per il mercato italiano. Quando non lavora, ama dedicarsi alle sue più grandi passioni: la musica, il cinema e il femminismo.
Prodotti suggeriti

Sito Jimdo